Le attività di Un Altro Modo sono orientate alla diffusione della mediazione anche grazie a progetti sperimentali sul territorio

RICERCA E TRASFERIMENTO

Gli ambiti di intervento sono le famiglie, le organizzazioni imprenditoriali, le scuole, le strutture giudiziarie, ospedaliere, tutte le realtà complesse, le quali possono acquisire, grazie alla collaborazione offerta dal laboratorio, nuovi modelli di prevenzione di contenzioso e di gestione delle criticità relazionali.

PRATICA DI MEDIAZIONE

Nell’ambito della terza misisone universitaria Un Altro Modo trasferisce al territorio i prodotti della ricerca e i risultati dell’analisi continua sui temi della mediaizone e della negoziazione, anche in forma di consulenza ai cittadini e servizio di mediazione su tariffario, fino alla realizzazione di progetti su commissione che riguardino la sperimentazione della mediazione e della negoziazione.

FORMAZIONE

Nodo strategico per gli obiettivi del Laboratorio è la realizzazione di progetti di formazione innovativa per i mediatori e i formatori in mediazione, tutti gli operatori del conflitto, gli addetti agli sportelli di mediazione, i tirocinanti, i laureandi e laureati. Solo su una formazione di elevata qualità è possibile costruire una nuova cultura della mediazione e della negoziazione, fondata sull’ascolto e sull’interpretazione dei bisogni reali delle parti in conflitto.

Secondo Un Altro Modo la figura del mediatore è prima di tutto da valorizzare e ripensare come ‘intelligenza sul territorio’, un professionista in grado di raccogliere e analizzare i preziosi elementi di conoscenza che emergono quotidianamente dalla propria attività svolta nella vita delle relazioni sociali, caso per caso, e di condividerli con l’intera comunità dei cittadini, delle imprese e dei professionisti. L’attività del mediatore acquista così una componente comunicativa generativa di conoscenze, necessaria al perfezionamento e al rinnovamento continuo delle teorie e delle pratiche di prevenzione e gestione dei conflitti.

DISSEMINAZIONE

Completano il quadro delle attività del Laboratorio la programmazione e la realizzazione di eventi che danno spazio alle voci della mediazione: una comunità di esperti e portatori di interesse di varia estrazione, dal cittadino al docente universitario, impegnati nella diffusione della cultura della mediazione e della negoziazione.